Domenica 18 Feb 2018

Notizie

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER BUONE PRATICHE E CASI STUDIO

CALL FOR GOOD PRACTISE CASE STUDIES

State of European University-Business Cooperation

A study promoting European University-Business Cooperation

2016-17

 

Deadline for submission 4th April 2016

Call summary

The Science-to-Business Marketing Research Centre, the European Commission and the project partners are inviting organisations involved with university-business cooperation (UBC)* including businesses, academics, universities, intermediaries and policy makers to suggest a good practice UBC case study about their strategies, practices, partnerships and achievements in developing UBC. Participation in the call requires a short submission via website (www.ub-cooperation.eu) or by email (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) indicating in the subject line "State of European UBC study - Call for case studies". The focus is on all EU member states (plus Iceland, Norway, Macedonia Liechtenstein and Turkey) and the deadline for submission is the 4th April 2016.

The 50 cases selected will be published by the European Commission in a UBC good practice report.

For further information, go to http://www.ub-cooperation.eu/index/submitcasestudy

Research Commercialisation: From Ideas to IPO

2014 research comercialization

Research Commercialisation is a new cross-discipline event and will provide a platform for all those involved in promoting university-industry-investor collaboration, technology transfer and start-ups.

Topics for discussion will include: Bringing research to the market, Best practices in technology transfer, Academic-industry collaboration, Intellectual property strategies, License vs. start-up, Investment strategies, Key Performance Indicators.

Expert international speakers will provide topical insight and first hand case study experience on the challenges, risks and opportunities associated with entrepreneurial projects that commercialize university-owned intellectual property. Plenty of time will be allocated to discussion and networking.

Dates: 19-20 May 2014
Location: London, UK
Website: www.idea2ipo-conference.com
Secretariat: Marie-Claire Morley, Research Commercialisation
Elsevier, The Boulevard, Langford Lane, Kidlington, Oxford, OX5 1GB, UK
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ETRERA 2020 PRIZE: Do you think your innovation project has been particularly successful? Promote it by participating to the ETRERA Prize competition!

etrera 2020

ETRERA 2020 is organizing a call for proposals to showcase the most innovative projects and is inviting all the organizations to present their innovation projects made by collaboration between academia and industry that they consider to have been particularly successful in three fields of renewable energies: wind, solar and smart grids.

Why participate?

  • The winners will be awarded the ETRERA_2020 PRIZE for the most innovative project in their category.
  • The winners will be awarded a trip to Istanbul, Turkey, to receive the prize and present their project at the “Best practices” workshop.
  • On top of that, the project will become a best practice of ETRERA 2020. The lessons learned that will emerge from the winners will be included in an “e-Handbook” that will be distributed to the research and industry sector active in renewable energy.
  • ETRERA 2020 will also help to promote the winning organizations to potential investors for their new projects!

Applying is a very easy procedure: the application form can be filled directly online at the webpage www.etrera2020.eu/form and requires only key information that you normally should already have with you. Interested applicants are invited to apply by 15 February 2014.

This competition is a not-to-be-missed opportunity to showcase your project, enhance your visibility and have more chances to attract potential research and industry partners for your organisation.

For complete information on the rules please click here or contact Alessandro Provaggi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Lo stato dell’arte della cooperazione Università – Impresa in Italia

Basato su un’analisi condotta in 33 paesi europei con oltre 6.200 interviste di cui circa 419 a ricercatori e manager di Istituti di Alta Formazione italiani, lo studio misura la percezione di questi due gruppi, in relazione ai loro sforzi e quelli delle loro università, nel rapporto industria – università.

Lo studio realizzato anche con la collaborazione dell’Associazione Italiana Broker Tecnologici offre un quadro del rapporto università-impresa in Europa ed in Italia. Il confronto Italia – Europa offre utili strumenti di riflessione per individuare i gap da colmare

Allegati:
Scarica questo file (UBC Country Report_Italy_Final.pdf)UBC Country Report_Italy_Final.pdf[ ]2085 kB

AIBT continua la sua partnership con l’University-Industry Interaction Conference 2014

2014 uiic hor

AIBT continua la sua collaborazione con l’University -Industry Interaction Network ed ha il piacere di comunicare il lancio della University-Industry Interaction Conference 2014 "Sfide e soluzioni per promuovere l’imprenditorialità universitaria e l'innovazione collaborativa" che si terrà dal 23 al 25 aprile 2014 Barcellona, Spagna

Con più di 300 partecipanti, la conferenza sarà il principale forum internazionale di discussione per accademici, ricercatori, professionisti e rappresentanti delle imprese sull’interazione tra università e industria. Il programma, infatti, prevede presentazioni, sessioni operative, workshop e visite.

I principali relatori saranno:

  • Carl Schramm - economista americano, imprenditore, e ex presidente e amministratore delegato della Ewing Marion Kauffman Foundation, autore di Buon Capitalismo - Cattivo Capitalismo
  • Bob Cryan - Vice-Rettore dell'Università di Huddersfield (Regno Unito, Università Imprenditoriale dell’anno 2012)
  • Keld Laursen - Docente per l'Innovazione presso la Business School di Copenhagen e Vice presidente della European Academy of Management (EURAM)
  • Didac Lee - Consigliere (Area Tecnologia) del FC Barcellona e fondatore e CEO di Inspirit (da confermare )

Workshop Mercoledì 24 Aprile

Mercoledì 24 Aprile è stato indicato come “il giorno dei Workshop”. Molti esperti e stakeholder si sono impegnati ad organizzare seminari sull’interazione tra università e industria. I workshop verteranno sullo sviluppo dell’abilità (executive education=istruzione esecutiva) e la maggior parte saranno sviluppati alla Business School EADA.

Invio Proposta / Abstract

Gli abstract postanno essere presentati entro il 2 Dicembre 2013, e potranno riguardare sia gli aspetti concettuali o empirici, sia gli aspetti pratici (ad esempio casi di studio). Tutti i documenti saranno oggetto di peer reviuw e pubblicati negli atti della conferenza (con numero ISBN), e  i documenti selezionati saranno pubblicati sulle riviste associate (ad es. Industry & Higher Education, Journal e l'International Journal of Technology Marketing).

Per ulteriori informazioni sul bando si prega di visitare il sito:

http://www.call.university-industry.com

“University-Industry Interaction Conference 2013”: un’esperienza di valore scientifico e professionale

di Mariacarmela Passarelli

La partecipazione alla “University-Industry Interaction Conference 2013” (www.university-industry.com), è stata un’occasione importante di crescita professionale e di visibilità dell’attività di ricerca in corso.

Ho avuto il piacere di fare da referee a otto paper che ho trovato di elevata qualità scientifica e metodologica; inoltre, ho avuto l’opportunità di offrire un contributo mediante due lavori di ricerca, il primo dal titolo Proof of Concept Network: a new approach to exploit research results into the industrial contest in Italy (coautorato con Michele Petrone, Maddalena Furlan e Danilo Farinelli) e il secondo dal titolo: University – industry collaboration: a cocitation analysi (coautorato con Antonella Pellegrino). Il primo lavoro ha una prospettiva “professionale” e descrive un nuovo modello di trasferimento tecnologico, il proof of concept, in cui, le imprese e il mondo della ricerca collaborano sin dal momento della definizione del “concept” di prodotto. Tale modello fa leva sulle capacità assorbitive di cui i ricercatori possono beneficiare nel momento in cui coinvolgono il mondo delle imprese già nelle fasi iniziali in cui il progetto di ricerca applicata viene definito; le imprese a loro volta hanno la possibilità di beneficiare delle conoscenze dei ricercatori per poter generare prodotti nuovi e allo stesso tempo utili per il mercato.

Il secondo lavoro, più di carattere scientifico analizza i lavori che hanno affrontato la problematica della collaborazione tra imprese e ricerca, rilevando che i tre fattori più rilevanti sui quali la letteratura si è soffermata sono: gli Spin off e i brevetti coautorati da imprese e ricercatori/Enti di ricerca/Atenei.

Di sicuro, la partecipazione alla conferenza sia come referee che come ricercatore è stata un’esperienza formativa e professionale di rilevante importanza per prendere atto dei trend scientifici in atto e dei nuovi modelli di trasferimento tecnologico in corso di sperimentazione in ambito internazionale. Spero tanto di poter continuare a collaborare con l’AIBT e partecipare anche in futuro ad iniziative di cosi elevato valore professionale e scientifico.

100 milioni di euro per start-up e PMI del settore tecnologico: un sostegno concreto della Commissione

La nuova tornata di finanziamenti del partenariato pubblico-privato sull’Internet del futuro della Commissione europea prevede sovvenzioni per 100 milioni di EUR a favore di circa 1000 start-up e altre imprese altamente innovative per lo sviluppo di app e altri servizi digitali in settori quali i trasporti, la salute, la produzione intelligente, l’energia e i media. Neelie Kroes, Vicepresidente della Commissione europea, ha dichiarato: “Durante la conferenza «Le Web» a Parigi, nel dicembre scorso, ho promesso un’azione concreta che ora è in fase di attuazione. L’Europa ha bisogno di più innovazione e di puntare maggiormente sull’economia digitale, e ciò comincia con un migliore ecosistema per le start-up. Stiamo dando un sostegno concreto lì dove crediamo ce ne sia bisogno.”

Questa terza fase del finanziamento del partenariato mira a sviluppare nuovi servizi e nuove applicazioni Internet in diversi settori. I fondi verranno erogati attraverso 20 consorzi – appartenenti all’ecosistema Internet – tra cui: acceleratori d’impresa, piattaforme di crowdfunding, società di capitale di rischio, spazi di co-working, organismi di finanziamento regionali, associazioni di PMI e imprese tecnologiche.

leggi tutto:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-13-682_it.htm

Research Commercialization Conference-From Idea to IPO, October 16-18 2013 Brussels - postponed, new date asap

RESC2013 160x600

Una piattaforma di discussione per la promozione della collaborazione tra università-industria- investitori, trasferimento tecnologico e start up

La Research Commercialization Conference si focalizza sulle “University start-ups” europee, mostrerà alcuni casi di best practice nella realizzazione di due diligence tecnologiche, mostrera esempi di successo di collaborazione ricerca-impresa, identificherà strategie innovative di investimento e mostrerà storie di successo di ricercatori divenuti imprenditori

Nel corso della conferenze verranno esplorati i seguenti temi:

  • il passaggio dalla Ricerca la mercato
  • casi di successo nel trasferimento tecnologico
  • Public-Private partnership
  • Intellectual Property Strategies
  • cessione di brevetto vs. Start-up
  • Strategie di investimento
  • Key Performance Indicators

6 ragioni per partecipare:

  1. Trovare nuovi partner potenziali
  2. Incontrare chi è riuscito nel portare la ricerca la mercato
  3. Ascoltare speaker internazionali
  4. Esplorare strategie di IP e d’investimento 
  5. Acquisire conoscenze su tutti gli aspetti del technology transfer process
  6. Condividere esperienze e punti di vista

Per saperne di più visita il link.

Horizon 2020

An overview of the forthcoming Framework Programme for Research and Innovation "Horizon 2020"!

Allegati:
Scarica questo file (Horizon_2020_DG research.ppt)Horizon_2020_DG research.ppt[Horizon 2020]1285 kB

AIBT partecipa alla “University Interaction Conference”

Alberto Soraci Presidente dell'Associazione Italiana Broker Tecnologici (AIBT) è stato invitato a partecipare al seminario “Intermediaries in University – Industry Interaction: challenges and solution”.

Il seminario che si è svolto 29 maggio scorso nell’ambito University Interaction Conference organizzata ad Amsterdam tra gli altri dalla prestigiosa VU Amsterdam University ha visto sul palco, insieme al rappresentante di AIBT, l’ing. Steven Tav - direttore del Dipartimento Trasferimento Tecnologico della VU University e l’ing Peter van Dongen - account manager area “University and Technological Institutes” dell’ufficio brevetti olandese.

Il prof. Thomas Baaken, direttore del Science – to – Business Marketing e Research Center di Munster (Germania) moderatore dell’incontro, nel dare la parola ad Alberto Soraci ha evidenziato il ruolo fondamentale che organismi quali AIBT, svolgono nello sviluppo del rapporto tra impresa e Accademia.

Alberto Soraci ha posto l’accento sulle sfide che interesseranno nei prossimi mesi l’interazione Impresa – Ricerca e da suggerito alcune possibili soluzioni per il miglioramento delle interrelazioni tra questi due mondi, evidenziando come proprio il lavoro degli organismi intermediari possa creare un reale valore aggiunto attraverso un attivo trasferimento di conoscenza tra knowledge creators e knowledge adopters. 

Parole chiave

  • consolidare i risultati raggiunti
  • raggruppare professionisti del settore
  • promozione del trasferimento tecnologico, innovazione e sviluppo competitivo d'impresa
  • formazione e aggiornamento professionale nell'ambito delle attività di Innovation Campus
  • creazione di un registro
  • promozione di networking

Condividi su